Giovanissimi Sperimentali: Bella prestazione.

U.C MONTECCHIO MAGGIORE 3-1 MONTEBELLUNA

I castellani si avvicinano al quarto posto.

Vuoi per il progressivo smaltimento dei carichi di lavoro, vuoi per l’orgoglio che genera l’affrontare una squadra di caratura importante, vuoi per il legittimo sentimento di rivincita dopo la sconfitta nel girone di andata, il Montecchio che scende in campo contro i parietà del Prodeco Calcio, è decisamente tutt’altra cosa rispetto alle due ultime uscite. Onestamente tutti ci si aspettava una prestazione di livello ed i ragazzi non hanno disatteso le aspettative. Pur privi di bomber Romio fermo ai box per un fastidioso mal di schiena che sta privando la squadra di uno dei suoi uomini migliori, i giovanissimi sperimentali iniziano la gara più opponendosi alle ottime trame dei trevigiani che imponendo il proprio gioco. Ma mai si ha l’impressione di soccombere. E qui si apprezza la maturità che oramai la squadra ha fatto propria, con la capacità di soffrire, il controllo del gioco e la paziente opera di costruzione che porta ad affondi sempre pericolosi: ai minuti 4, 5, 6, 14.
Finché al minuto 18, la premiata ditta Ferrari/Dalla Valle fin qui pericolosissima, non decide di rompere gli indugi.
La percussione insistita sull’out di sinistra del primo porta ad un preciso cross che dopo un velo di Preto trova il folletto di Chiampo che impatta di prepotenza su fantastica semirovesciata. Vantaggio meritato ed applausi a Tommy che ancora una volta delizia il pubblico.
Arriva però immediato il pareggio degli azzurri trevigiani complice il rilassamento biancorosso dovuto al vantaggio.
Due minuti più tardi ancora l’imprendibile Dalla Valle colpisce un clamoroso montante con un tiro da distanza siderale a portiere battuto.
Ma il gol è nell’aria ed il cartellino è marcato giustamente da Ferrari che caparbio, vince tre rimpalli e fredda il portiere in uscita.
In un secondo tempo molto equilibrato e ben giocato da entrambe le squadre, peraltro avaro di occasioni, c’è posto per il 3-1 definitivo del “man of the match” Ferrari che in dubbia posizione di off side batte per la terza volta l’estremo ospite, all’ultimo minuto di gioco. Se come si dice, la vendetta è un piatto che va servito freddo, i ragazzi sembrano pronti per l’Alto Academy, per continuare l’opera.
I biancorossi, guidati dalla coppia Plumitallo/Peruffo, sembrano tornati ai loro standard abituali e fanno ben sperare per il prosieguo.