Giovanissimi Sperimentali: Mantiene la quinta posizione.

U.C MONTECCHIO MAGGIORE 2-1 GRATICOLATO

Il Montecchio riscatta la sconfitta dell’andata.

 Altro turno di campionato ed altro scontro al vertice per i giovanissimi sperimentali di Mister Plumitallo, che incontrano alla quarta giornata di ritorno il temibile Graticolato che all’andata ci aveva pesantemente castigato, complice un Montecchio che si era un po’ buttato via dopo l’iniziale oltreché netto vantaggio conseguito.
Forte quindi il desiderio di rivalsa dei biancorossi che partono subito molto forte e sbloccano il risultato al minuto 6 grazie alla solita incursione di Tozzo, abile a trasformare in rete l’occasione creatasi.
Il gioco scorre fluido e piacevole ed il Montecchio, non pago del vantaggio conquistato, memore della partita d’andata, continua a premere sulla tavoletta, collezionando occasioni soprattutto con Giarolo e bomber Romio.
Col passare dei minuti però, gli ospiti, che non stanno a guardare, guadagnano campo e pareggiano il conto alla prima occasione anche se in maniera casuale, complice una difesa, quella castellana, che non riesce a liberare l’area da un pallone messo in mezzo, successivamente ad un calcio di punizione inventato dall’impacciato direttore di gara. Uno a uno e si va al riposo.
La seconda frazione si apre con un Graticolato arrembante che mette un po’ alle corde i biancorossi senza però creare grossi grattacapi alla difesa di casa. Gli undici di Plumitallo si confermano oramai squadra matura e reggono con grinta e determinazione alle folate dei veneziani, lasciandoli sfogare e guadagnando campo, metro dopo metro.
Si capovolge quindi l’inerzia della prima frazione. Ora la partita, pur senza vere occasioni risulta veramente godibile, confermando come le due compagini frequentino posizioni di classifica assai nobili. Serviva il “morso del cobra” a rompere gli equilibri, ed arriva puntuale al minuto 27 quando bomber Romio coglie impreparato il portiere ospite sul primo palo. Gli avversari accusano il colpo ed il Montecchio è abile ad anestetizzare la gara fino al termine, vedendosi altresì annullare un gol di Giarolo apparso regolare, che avrebbe definitivamente chiuso i giochi. La vendetta è così servita. Sotto con il Giorgione.